Veglia dei missionari martiti nel vicariato di Maserà

Lo scorso 25 marzo nella Parrocchia di San Tommaso di Albignasego si è celebrata la Veglia dei missionari martiri organizzata dal vicariato di Maserà. Ce lo racconta il responsabile vicariale, Giancarlo De Rossi.

Il testimone? Non uno solo! Questa volta ne abbiamo avuto un centinaio: i fedeli presenti, gli amici credenti e non credenti con cui abbiamo preparato la veglia e, naturalmente, i martiri che – vi assicuro – abbiamo sentito davvero presenti.

Tutti siamo stati testimoni e partecipi! Difficile da spiegare con le parole …

 

Due i segni che abbiamo utilizzato:

  • chiodi piantati su una grande croce per ricordarci che il sacrificio dei martiri è segno di salvezza perché radicato nella fede in Gesù Cristo;
  • della terra dove sono stati “seminati” i nomi dei martiri.

Ciascun partecipante ha poi portato a casa un chiodo e il nome di un martire impegnandosi non solo a ricordare il martire stesso ma anche a condividere con la propria comunità cristiana la testimonianza di questi fratelli che hanno dato la vita per la fede.

Abbiamo organizzato e partecipato a tante veglie per i missionari martiri ma quella di quest’anno è stata davvero un momento particolarmente forte; le emozioni nascevano anche dove noi non le avevamo “previste”,  né tantomeno preparate. È stato bello alla fine quando, nel salutarci, alcuni amici ci hanno detto: “È vero! Questa sera non andiamo certo a casa a mani vuote