Africa

L’Africa è un paese che ha subito e continua a subire tutta la povertà causata non solo dalle problematiche condizioni climatiche e geografiche, ma anche dallo spietato sfruttamento dei paesi più ricchi. Carestie, malattie, guerre e sfruttamento della popolazione locale, i paesi dell’Africa soffrono per tutto questo e i bambini rimangono la parte più debole su cui pesano tutte le violenze, gli abusi, le sottomissioni e i dolori.

Diverse privazioni come istruzione, cibo, salute, acqua segnano l’esistenza dei più piccoli. Diritti che nei Paesi occidentali sono dati per scontati, ma nei Paesi più poveri del mondo non è così. I bambini più poveri nell’Africa Sub Sahariana hanno il doppio delle probabilità di morire prima del loro quinto compleanno e di soffrire di malnutrizione cronica, rispetto ai coetanei di famiglie benestanti.

jardin20de20la20Paix206> COSTA D’AVORIO

La Scuola dell’infanzia “Il giardino della Pace” si trova a Ferkessedougou, una città nel nord del paese. La scuola accoglie bambini dai 2 ai 6 anni. La situazione economica e sociale delle famiglie di questa zona è difficile e molti bambini sono orfani. La scuola favorisce l’ingresso dei bimbi senza distinzione di razza, religione ed etnia in un luogo favorevole dove crescere, imparare e amare serenamente.

Contributo mensile richiesto: 20 €

APPROFONDISCI

 

 > TANZANIAtanzania5

All’interno dell’Ospedale di Bukumbi opera il Centro per il trattamento e la cura per pazienti malati di AIDS. Il progetto vuole garantire l’accesso alle cure per gli oltre mille pazienti e una speciale attenzione ai numerosi bambini spesso orfani a causa dell’infezione o perchè nati da madri sieropositive.

Contributo mensile richiesto: 25 €

APPROFONDISCI

 

> KENYAkenia_kalou_009

L’attività del Centro Ol Kalou è finalizzata a rendere il più possibile autosufficienti i bambini disabili, curando sia l’aspetto medico-riabilitativo (attraverso interventi chirurgici, fisioterapia, protesi, applicazione di gessi correttivi, tutori ortopedici, ecc.) sia la formazione scolastica per consentire il loro inserimento nella scuola pubblica in prospettiva dell’integrazione nel mondo del lavoro.

Contributo mensile richiesto: 30 €

APPROFONDISCI