Padova

La diocesi di Padova da molti anni accoglie presbiteri studenti provenienti da vari paesi con delle borse di studio concesse attraverso questo Ufficio di Pastorale della Missione.

L’accoglienza rientra nel Progetto di comunione e scambio tra le chiese: viene offerta ai presbiteri studenti l’opportunità di poter completare la propria formazione scolastica per poter poi essere d’aiuto alle loro chiese di origine dove ritorneranno con un bagaglio più ricco.

Questo bagaglio tuttavia non è solo accademico ma anche pastorale: per questo è importante che il presbitero possa fare anche un minimo di esperienza pastorale in una comunità parrocchiale, possa confrontarsi con i presbiteri e i laici di questa chiesa locale e – condividendo con loro la sua esperienza personale – ci sia l’occasione di realizzare concretamente quello scambio e collaborazione tra le nostre chiese che sta alla base di questo servizio di accoglienza e di sostegno.

L’esperienza maturata in diocesi in questi anni ci ha dimostrato che condividere le proprie esperienze di vita e di fede è una grande opportunità di crescita e di apertura per i presbiteri studenti ma anche per i nostri preti e le nostre comunità parrocchiali.

padova2017-5Sono Paata, prete della Georgia. Credo che MISSIONE sia più di una parola: anche se rimanda ad un “fare qualcosa in terre lontane”, in realtà è un concetto vicino a ciascuno di noi: è la vita stessa! Prende corpo nel nostro vissuto, nei nostri atteggiamenti, nello stile che abbiamo: ogni volta che si vive il Vangelo si genera vita, si diventa più umani! Mi ha sempre colpito lo stile dei missionari: vanno nelle case per dare cibo, medicine, per pulire o aiutare nei lavori. Ma è il loro modo di stare accanto alla gente cercando di capire, conoscere, ascoltare che rende visibile il volto di Dio, la sua vicinanza e tenerezza per tutti, che genera vita! È quello che ha fatto per me Mariné, una donna paralizzata mani e piedi, atea e non interessata alla fede. Da noi il prete veniva solo ogni tanto per celebrare i sacramenti. Quando ero diacono, andavo io a portare la comunione o un saluto ai malati ed è così che l’ho incontrata. Erano andati altri a trovarla ma è stato il mio desiderio non di convertirla ma semplicemente di starle accanto che ci ha permesso di creare una relazione diversa, di diventare amici. Andare a cena da lei, starle vicino, l’ascolto, il dialogo, sono stati una ricchezza che ha portato VITA ad entrambi. È venuta alla mia ordinazione diaconale: è stato un dono grandissimo. Lei mi ha aiutato a scoprire il volto delicato, attento e discreto dell’amore di Dio. Bastano piccoli gesti quotidiani a generare nuova vita.

> BORSE DI STUDIO

La diocesi di Padova sta accogliendo 19 tra seminaristi e presbiteri di varie nazionalità perché possano completare la loro formazione nelle diverse Facoltà. Le borse di studio attivate nell’ambito del progetto di Comunione e cooperazione tra le chiese sono 17 e tutti gli studenti vivono nelle parrocchie per poter fare anche un minimo di esperienza pastorale e confrontarsi con presbiteri e i laici della nostra diocesi. E non solo! La missione rigenera le nostre comunità parrocchiali ogni volta che si condividono le esperienze di vita e di fede di ciascuno.

Con 700 € sosteniamo le spese mensili di vitto, alloggio e università per un presbitero