Ecuador

Lettera dalle missioniecuador2017

Ho appena terminato di confessare una bambina e mentre la sto per salutare, mi dice: “Padrecito, non voglio tornare a casa, perché mio papà mi picchia!”. Mi spiega che non c’è un motivo. Lui torna ubriaco, grida, litiga con la mamma e poi se la prende con lei. Le chiedo se desidera che la accompagni a casa sua. Mi dice di sì. Mentre lei sale in auto, le compro un gelato e le chiedo: “Vuoi che andiamo a parlare con qualcuno per richiamare tuo papà?”. “No, perché io voglio bene a mio papà!”, mi risponde lei. Arriviamo a casa sua, una fattoria fatiscente. Escono mamma e papà, non più giovani, ma accoglienti e apparentemente sereni, sorpresi alla mia vista. La bimba è contenta di aver trovato un clima accogliente e non ostile, forse per la mia presenza, “rassicurante e pacifica”. Ma nel riaffidarla ai suoi genitori, nel mio cuore affiorarono alcuni interrogativi: ma cosa nascondono quelle mura domestiche? Possono alcune bottiglie trasformare un’apparente serenità in un inferno? Può davvero bastare un gelato, perché questa bambina si senta un po’ più amata e apprezzata? Certo che no! Ma “amare la fraternità”, significa prendersi cura delle persone che inaspettatamente ci passano accanto e che ci chiedono aiuto. A volte, basta solo ascoltarle o rassicurale. Altre volte, un semplice gesto può davvero diventare un’ancora di salvezza!

> PASTORALE SOCIALE CARITAS

Per potenziare la Caritas Diocesana e creare nuovi gruppi, è importante sostenere e incoraggiare la formazione dei volontari presso la scuola diocesana di formazione, avviare corsi di taglio e cucito, avviare un banco alimenti per le famiglie più bisognose. Vengono coinvolte nel progetto persone senza lavoro, ragazze madri, famiglie in difficoltà.

>> La somma complessiva richiesta è di € 2.500

> (RI)COMINCIARE LA PASTORALE GIOVANILE

È viva l’urgenza di ri-cominciare a lavorare con i giovani delle parrocchie affidate ai nostri missionari. Bisogna strutturare la Pastorale Giovanile quale espressione della comunità, che porta nel cuore la formazione dei giovani. Si svilupperà sul metodo “contemplare-discernere-agire”, offrendo ai partecipanti processi di formazione umani e spirituali a partire dalla loro realtà sociale e da altre esperienze ecclesiali e non, elaborando in gruppo riflessioni tali da impegnarsi come soggetti nella costruzione del Regno.

Si prevedono costi per i corsi di formazione per gli animatori, le uscite di gruppo con i ragazzi, acquisto di materiale didattico e di attrezzatura dei locali in cui incontrarsi.

> La somma complessiva richiesta è di € 3.000

> PROGETTO “ESCUELA PARA TODOS”

I ragazzi che intendono ottenere un diploma superiore devono raggiungere le scuole a Duran, ma per chi abita nelle zone rurali è difficile, soprattutto per i costi di trasporto.

Il progetto prevede di sostenere il costo giornaliero di trasporto per un anno, la divisa ed eventuali materiali per una decina di ragazzi.

>> L’importo richiesto è di € 10.000, sosteniamo un ragazzo con una quota di € 1.000