Preti stranieri

Montegalda_conMons

“Sono Richard, primo di 7 fratelli. Alla morte di mio padre avevo 16 anni. La sua famiglia ci ha cacciato da casa: mia mamma con i 5 più piccoli è andata in cerca di futuro; io e un fratellino, per poter continuare la scuola, siamo rimasti a Brazzaville, capitale della Rep. del Congo. Ho capito in quegli anni perché Gesù ha così a cuore gli orfani e le vedove! E ho visto quanta vita può generare la misericordia: c’è stato sempre qualcuno che ha provveduto a noi! Finita la scuola superiore ho cominciato a coltivare il sogno di diventare missionario. Ma poi è scoppiata la guerra che uccide i sogni oltre che le persone. Siamo scappati e per sopravvivere ho cominciato a fare il venditore ambulante: commerciavo farmaci per strada e proprio lì ho conosciuto fratelli e amici veri. Finita la guerra sono entrato in seminario e quando ho celebrato la mia prima messa li ho invitati tutti. In strada mi chiamavano payé-payé; ora ero diventato il payé-payé de Jésus, il venditore ambulante di Gesù. Prima distribuivo farmaci per il corpo, ora per l’anima.
Sono grato a Dio per quello che ho vissuto: so cosa significa essere orfano; so che in strada ci sono persone con grandi capacità ed un grande cuore, che hanno bisogno di qualcuno che creda in loro e che gli dia un’occasione.
Sono venuto a Padova per studiare e formarmi per poter aiutare la mia chiesa e la mia gente, in particolare chi è in strada. Il mio paese ha grosse difficoltà politiche ed economiche ma questi uomini e donne che lottano per la vita di ogni giorno sono il futuro del mio paese”.

Borse di studio per preti studenti

La diocesi di Padova accoglie presbiteri di varie nazionalità perché possano completare la loro formazione nelle Facoltà. Quest’anno sono 14 le borse di studio attivate nell’ambito del progetto di Comunione e cooperazione tra le chiese. Tutti i presbiteri sono accolti nelle comunità parrocchiali della diocesi perché possano fare anche un minimo di esperienza pastorale e confrontarsi con i presbiteri e i laici di questa chiesa locale.
Condividere le proprie esperienze di vita e di fede è una grande opportunità di crescita e di apertura anche per le nostre comunità parrocchiali.

>> Sosteniamo insieme questo progetto: con € 700 contribuiamo alle spese mensili di vitto, alloggio e università per un presbitero